Loading...
Malatesta Home2021-06-28T14:09:10+01:00

DIRITTO DI FAMIGLIA

La famiglia è il test della libertà,

perché è l’unica cosa che l’uomo libero

fa da sé e per sé…

CONTENZIOSO CIVILE

Assistenza nelle procedure
Controversie di natura civilistica
Arbitrati civili e commerciali

GARE ED APPALTI

Servizi e consulenze
Iscrizione agli albi fornitori
abilitazione al MEPA

DIRITTO D’IMPRESA

Consulenza aziendale
Redazione e negoziazione accordi
Contrattualistica

I nostri sacrifici sono ciò che ci hanno permesso di arrivare quì.

L’entusiasmo è la nota predominante nella realtà del nostro studio legale in una diversa lettura della figura legale.
Personalizzazione del servizio, multidisciplinarità, prospettiva moderna nella proposizione della figura dell’avvocato.
La nostra storia nasce con il desiderio del draghetto Grisù, ovvero perseguire i propri obiettivi anche se non si vanta una storia familiare nel mondo del diritto.

Grinta, perseveranza e tutto è possibile

Scopri di più
Marketing Tips And Tricks For Your Website

EMERGENZA CORONAVIRUS

Leggi tutto

Domande più frequenti.

Rispondiamo brevemente ad alcune domande che ci vengono poste.

A seguito dell’entrata in vigore del d.lgs. 50/2016 (nuovo Codice Appalti) è ancora possibile indire una gara d’appalto avente ad oggetto la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori (c.d. appalto integrato)?2021-04-11T19:02:58+01:00

No. L’art. 59 comma 1 del d.lgs. 50/2016 (nuovo Codice Appalti), rubricato “Scelta delle procedure”, dispone espressamente il divieto di ricorso all’affidamento congiunto della progettazione e dell’esecuzione di lavori.

La norma lascia salvi i soli casi di:

  • affidamento a contraente generale,
  • finanza di progetto,
  • affidamento in concessione,
  • partenariato pubblico privato,
  • contratto di disponibilità.

Soltanto nei predetti casi è dunque ancora possibile bandire un appalto integrato.

Al fine di soddisfare il requisito di capacità economico-finanziaria richiesto dal bando e/o dal disciplinare di gara, le imprese facenti parte di uno stesso raggruppamento temporaneo (RTI) possono cumulare i rispettivi importi di fatturato?2021-04-11T19:03:09+01:00

Si. Tra imprese facenti parte di uno stesso RTI è possibile cumulare gli importi di fatturato di ciascuna impresa, al fine di soddisfare il requisito di capacità economico-finanziaria richiesto dal bando di gara.

Cumulare gli importi di fatturato posseduti da ciascuna impresa, nell’ambito di un raggruppamento, significa ampliare la possibilità di partecipazione alle gare pubbliche per i concorrenti dotati di minore esperienza e/o fatturato (così ANAC, Parere di Precontenzioso n. 31 del 13/02/2014).

Tuttavia, il bando può individuare l’eventuale misura minima e/o massima entro cui i requisiti devono essere posseduti dai singoli membri del raggruppamento.

Ciò significa che possono essere cumulati i requisiti di fatturato tra imprese dello stesso raggruppamento soltanto a condizione di:

  • verificare che la mandataria possegga i requisiti in misura maggioritaria rispetto alle mandanti;
  • verificare, sul bando e/o disciplinare di gara, la previsione di eventuali misure (minime e/o massime) entro cui ciascuna impresa del gruppo è tenuta a possedere i requisiti richiesti.
Di quali rami del diritto si occupa lo studio legale?2021-04-11T19:55:23+01:00

Lo Studio Legale Malatesta si occupa di diritto d’impresa, diritto di famiglia, diritto civile, gare ed appalti.

How to Write Stunning Blog Post Titles

Hai bisogno di un avvocato ?

Lo studio è a tua disposizione per una consulenza gratuita.
Se vuoi una consulenza rapida con un parere legale completo e dettagliato puoi acquistare
il “Servizio Consulenza Rapido”

CONTATTACI

Notizie Recenti

Di seguito puoi trovare le ultime notizie inserite dallo studio.

Leggi tutto
Thank you for your message. It has been sent.
There was an error trying to send your message. Please try again later.
Torna in cima